Archivio Attivo Arte Contemporanea http://www.caldarelli.it

 

Galleria d'Arte Il Salotto via Carloni 5/c 22100 Como
Minima Poetica

collezione di microlibri di arte e poesia

Pietro Berra
CERCATORI D'ACQUA
con un'opera di Gaetano Orazio

Minima Poetica n.4
3 x 4,5 cm. - 2004
lingua: italiano
50 esemplari numerati e firmati


Un assaggio:

RABDOMANTI

Siamo tutti rabdomanti
l'astronauta dell'Apollo 17
che pensa di trovare ghiaccio
sotto la superficie della Luna -
ma da Houston dicono
che è solo un'illusione -
io e Gaetano che risaliamo
il Rio Toscio in secca
perché su in alto deve essere
rimasta qualche pozza
con girini di salamandra
nascosti sotto i sassi
o almeno un ragno d'acqua.

COSIA

Il torrente vicino casa
cambiava colore secondo la moda
nella famosa città della seta.

Un commento: Un ambiente in dieci quadri (Como, il fiume Cosia, la Brianza....): idillio lombardo. Umido, ittico e acquoreo. L'aprosdoketon alla Giampiero Neri di cui Pietro Berra è biografo. La natura minacciata dall'industria e dalla città. L'acqua come archetipo di autenticità originaria. (Luigi Picchi)

Pietro Berra è nato nel 1975 a Como (nella famosa città della seta). Giornalista, sì è occupato di musica, letteratura, storia e costume. Fin dagli inizi, ha sempre condiviso l'esperienza poetica con artisti visivi e per questo volumetto si è avvalso della collaborazione dell'amico e artista Gaetano Orazio, che è di fatto il Gaetano citato nella poesia Rabdomanti. Nato ad Angri (SA) nel 1954, Orazio negli anni Settanta si trasferisce in Brianza e resta affascinato da questa terra dove ama isolarsi a dipingere, a scrivere e da cui trae energia vitale. Natura e memoria si fondono nei suoi lavori orientati verso un realismo espressionista , sintesi perfetta di pittura e poesia, di vita e arte. Personalità dal carattere gentile e fiero, ama lavorare per tematiche dopo averle analizzate, indagate introspettivamente, un metodo di profonda riflessione, quasi un rito, che ha attirato l'attenzione della critica e lo ha portato alla notorietà grazie alla trasmissione di RAI3 "Passpartout" di Philippe Daverio.

Il filo conduttore che accomuna le poesie di Pietro Berra e i lavori di Gaetano Orazio è il rapporto vitale e simbolico che intercorre tra l'uomo e l'acqua. La via d'acqua ricca di energia in divenire, forza generatrice dell'universo: se c'è acqua, c'è vita, così sulla Terra, forse sulla Luna, chissà su Marte?. Acqua da trovare come i rabdomanti di una volta con il bastone del pellegrino, strumento d'appoggio, di rilevazione, segno di comando, arma difensiva o magica, asse del mondo..... Asse su cui costruire, che Berra sostituisce con la parola con cui compone poesie ispirate a notizie di vita quotidiana, a volte piccoli semplici fatti o gesti, in apparenza insignificanti o scontati ma che coinvolgono il lettore in una profonda riflessione sulle responnsabilità che ognuno di noi dovrebbe accollarsi per mantenere vivo questo benedetto pianeta. (Rosabianca Mascetti)

 

Il Copyright © relativo ai testi e alle immagini appartiene ai relativi autori per informazioni scrivete a miccal@caldarelli.it
Entire contents are under copyright ©. All rights reserved. For information write us through e-mail miccal@caldarelli.it

TORNA ALL'INDICE | HOME