Archivio Attivo Arte Contemporanea

http://www.caldarelli.it


Galleria d'Arte Il Salotto via Carloni 5/c - Como - archivio storico documentativo

CHIACCHIERE LUNATICHE
RICORDI - RIFLESSIONI - PROGETTI - RACCONTI - DOCUMENTI

 

Le Chiacchiere Lunatiche danno una singolare risposta 

alla attuale crescente richiesta di informazione culturale a distanza e di libero confronto

proponendosi a strumento collettivo di sopravvivenza e crescita culturale. 

Con questa iniziativa intendiamo dare seguito e sviluppo all'idea che anima da sempre 

lo spirito colloquiale della Galleria d'Arte Il Salotto fondata nel 1965 a Como 

e alla funzione di raccolta e scambio di informazione pensata per 

l'Archivio Attivo Arte Contemporanea avviato nel 1996

agli albori di Internet, quale crocevia di avventure artistiche in totale libertà di pensiero.



INTRODUZIONE
|
GUIDA | CONTENUTO

PER TUTTI COLORO CHE DESIDERANO PARTECIPARE
ALLE CHIACCHIERE LUNATICHE
LEGGERE LA PAGINA
GUIDA
CLICCANDO QUI


Fin dai tempi più remoti il conciliare i cicli terrestri con i lunari e quelli solari ha impegnato schiere di pensatori, poeti, esegeti oracolari, scienziati e matematici di professione o d'assalto. Niente di più volubile e incerto, quanto verificabile, ha fornito terreno di confronto delle idee più strampalate e dei calcoli più precisi. Il Chiaro di Luna splendidamente interpretato dalla musica di Debussy ma anche oggetto di turbolente aggressioni da parte dei Futuristi persiste a tutt'oggi nel suo magnetismo poetico anche se, sulla Luna ormai ci siamo volati davvero e non solo per tramite di invenzioni letterarie come nell'Icaromenippo di Luciano di Samosata, o il viaggio cinematografico di Meliés, sparati da un cannone. Cyrano de Bergerac in L'altro mondo o Gli stati e gli imperi della luna ne ha data descrizione accurata... ma non è stato il solo in epoca preastronautica.
La luna presiede, nell'immaginario collettivo, o più concretamente partecipa in sinergia, ai cicli naturali: dalle maree al tempo della semina o il taglio dei capelli e i periodi di fecondità e gestazione animale. Le eclissi lunari non mancano di suggestività, costellando di ulteriore periodicità la cadenza delle fasi di occultamento del suo volto. Il carattere lunatico è di sua pertinenza e tutto ciò che è mutevole, volubile, le si addice mentre l'infinita tradizione della pubblicazione di lunari e almanacchi tenta di cavalcarne e dimostrarne gli influssi oltre che a fornire suggerimenti, i più disparati, anche se spesso inverificabili o inattuabili anche se auspicabili. Con grande lucidità Leopardi ci ha raccontato, non senza ironia di questa incertezza ondivaga nel Dialogo di un venditore d'almanacchi e di un passeggere. Leopardi che all'età di 15 anni aveva già scritto una trattato di storia dell'astronomia e sul rapporto terra-luna, con buona dose di divertimento così avvia la sua chiacchiera lunatica mettendo a colloquio i due corpi celesti: Luna, io so che tu puoi parlare e rispondere; per essere una persona; secondo che ho inteso molte volte da' poeti: oltre che i nostri fanciulli dicono che tu veramente hai bocca, naso e occhi, come ognuno di loro; e che lo veggono essi cogli occhi propri; che in quell'età ragionevolmente debbono essere acutissimi. Quanto a me, non dubito che tu non sappi che io sono né più né meno una persona; tanto che, quando era più giovane, feci molti figliuoli: sicché non ti maraviglierai di sentirmi parlare. Dunque, Luna mia bella, con tutto che io ti sono stata vicina per tanti secoli, che non mi ricordo il numero, io non ti ho fatto mai parola insino adesso, perché le faccende mi hanno tenuta occupata in modo, che non mi avanzava tempo da chiacchierare. Ma oggi che i miei negozi sono ridotti a poca cosa, anzi posso dire che vanno co' loro piedi; io non so che mi fare, e scoppio di noia: però fo conto, in avvenire, di favellarti spesso, e darmi molto pensiero dei fatti tuoi; quando non abbia a essere con tua molestia. 

Nel mese di luglio 2018 abbiamo sperimentato una lunghissima eclissi totale di luna e il 2019 è stato il 50° anniversario del primo allunaggio.  Questa è stata una buona occasione per aprire allora, contestualmente ad un convegno questo BLOG lunatico, aperiodico, atipico e volubile... Lunatico, appunto! che ancora dura e si sta sviluppando.

C'è stata l'occasione, nell'avviarlo, per ringraziare anche  Giovanna Gadda, la cui installazione in forma di satellite, presentata nel mese di ottobre 2018 presso la nostra Galleria, per la prima volta e finalmente (e nel febbraio 2020 a Faenza presso il Palazzo delle Espsizioni per una gigantesca kermesse lunare) ne sottolineò lo spirito raccogliendo in mostra le Sue "Chiacchiere Lunatiche": una serie di micro opere che hanno caratterizzato un carteggio durato un triennio buono.

Questo Blog è proiettato nel futuro, perchè permanentemente in attesa di sempre nuovi interventi di amici e simpatizzanti, scrivendo su di sé o documentando viaggi, fatti, libri e avvenimenti. Andrà a tramandare, in forma di scritti o immagini, l'attualità di considerazioni o progetti in corso, come pure a testimoniare incontri ed esperienze nuovi, auspicabili o vissuti in passato nell'arco di più di un cinquantennio... non trascurando, ovviamente, i sogni e la "Cultura Lunatica" che affondano le proprie radici letterarie nella notte dei tempi.

Non poche sono ormai le schede che parlano di viaggi sulla luna (*) descritti in libri ripescati dai fondi antichi delle biblioteche.

 
Michele Caldarelli


QUESTA PAGINA E' IN PERENNE SVILUPPO E
VERRA' IMPLEMENTATA NEL TEMPO SECONDO LA LUNA

 I LINK SARANNO ATTIVI PROGRESSIVAMENTE E ALTRI SE NE AGGIUNGERANNO

INTRODUZIONE | GUIDA | CONTENUTO

PER TUTTI COLORO CHE DESIDERANO PARTECIPARE
ALLE CHIACCHIERE LUNATICHE
LEGGERE LA PAGINA
GUIDA
CLICCANDO QUI

BUONA NAVIGAZIONE


Giovanna Gadda - Jules Verne * - Arturo Vermi
 Guido Ceronetti Giacomo Leopardi
Erminio Guzzetti - Duilio Lopez
Georges Méliès - Rudolf Erich Raspe *
Daniel Defoe * - Antonio Caputi * - John Wilkins *
Louis Abel Beffroy de Reigny * - Francis Gentleman *
Luigi Viazzo - Savinien Cyrano de Bergerac *
Luigi Picchi - Francis Godwin * -  Maximilian Sandäus *
Raffaele Bendandi - Ludovico Ariosto * Daniel Jost deVilleneuve *
Claude Debussy - Alexis Jean Le Bret * Paul Verlaine
Ernesto Capocci
* Saverio Bettinelli *
Filippo Morghen * Marco PonteMurtagh Mc. Dermot  *
Emilio Alberti -  M.Daniela Lunghi - Stefano Misesti
Luciano di Samosata * - Paolo Barlusconi - Ezio Albrile
Anton Francesco Doni * - Marco Tullio Cicerone * - Athanasius Kircher  *
Giovanni Keplero * - * Giacomo Casanova
Dante Alighieri * -  Elisabetta Tortelli  - Angelo Dinapoli
Franco Salghetti Drioli  -  Nino BaccoPaolina Carli - Mauro Molinari
Augusto Concato - Bruno Bordoli - Edoardo Stramacchia
Gabriella Benedini - Alberto Peruzzotti - Cesare Vignato 
Emanuel Swedenborg
* - Celestina Avanzini - Carlo Fatigoni
Filippo Tommaso Marinetti - Michele CaldarelliGalliano Mazzon
Maurice Henry - Jean Raine - Nani Tedeschi  - Carlo Collodi
Gianni Secomandi
Giampiero Reverberi  - Alessio Larocchi
Girolamo Dalla Guarda - Massimo Ballabio - Mauro Cappelletti
Maurizio Guidi - Ermanno Cavazzoni - Nino Pollini
Gruppo Sinestetico - Ferdinando Chevrier - Vincenzo Torcello
Sergio Fabian Lavia - Giovanni Bottinelli
* - Alfonso Fresa
Ernesto Cardenal - Rita Rava - Meri Lao - Silvia De Bei
Adriano Parisot - Albino Galvano - George Tucker
*
Camille Flammarion * - Germano Bordoli  
M. A. de Roumier * - Bernard le Bouyier de Fontenelle *
Nouvelles des régions de la Lune * - Wout Hoeboer
Richard Adam Locke
* - Marcello Pietrantoni - Gianantonio Ossani
Fernando Cunego - Alessandra Avesani -
Samuel Brunt
Luisella Abbondi - Angelo Savelli - Giulia Sala Mazzon
Bruno Ernst
- Eugenio Battisti - Annamaria Gelmi
Luisa Fontalba - Sergio Dangelo - Mario Radice
Luciano Caramel - GPomodoro
 


_____________________________________________________________

 

Storia e cronologia provvisoria dei

viaggi immaginari al centro della Terra

Nel mese di maggio 2019

in contemporanea con l'apertura della Biennale d'Arte di Venezia, nello spazio espositivo dellʼAtelier Aperto

in collaborazione con Venezia Viva e il Centro Internazionale della Grafica di Venezia,

si è tenuto il 23° appuntamento della rassegna interdisciplinare Cosmogonie.


Si è trattato di un omaggio dell'artista Paolo Barlusconi a George Sand, che

ha fornito lo spunto per uno studio interdisciplinare comparato di testi relativi

ad ipotetici viaggi al centro della Terra, a cura di Michele Caldarelli.

Lʼantica credenza tibetana circa lʼesistenza di esseri spirituali, viventi molti secoli con lʼincarico di vegliare sullʼumanità, è probabilmente una delle prime fonti mitologiche ispiratrici di successivi racconti, ripresi anche in tempi moderni, a proposito di un regno sotterraneo abitato da una razza di esseri superiori. Dallʼantichità, arrivando allʼepoca dell'Eneide di Virgilio o della Divina Commedia di Dante, si è supposto che le viscere della terra fossero sede degli Inferi, raccontandone la natura con numerose varianti e similitudini. Ma dove per alcune culture è situato lʼInferno per altre sta il rifugio elettivo di Maestri come nel mito della sotterranea Agartha, in Asia centrale, o lʼaltrettanto mitica Thule. Thule è forse riconoscibile nellʼisola di Tile, citata per la prima volta nel 330 a.C. dallʼesploratore greco Pitea, rappresentata più tardi da Olao Magno nella Carta marina et descriptio septentrionalium terrarum pubblicata proprio a Venezia nel 1539. Olao Magno lʼha poi descritta nella sua Historia de gentibus septentrionalibus nel 1551, come isola di fuoco e ghiaccio nellʼAtlantico del Nord sotto lʼIslanda e al largo della Scandinavia. Questa isola, il cui toponimo varia nel tempo (Tile o Tule o Thule) è ricordata anche da Tacito nel De vita et moribus Agricolae e da Antonio Diogene in Incredibilia ultra Thulen nel II sec. d.C. (testo perso ma citato da Fozio). (N.B. Lʼarcipelago più meridionale delle isole Sandwich Australi prende il nome di isole Thule meridionali: furono scoperte e chiamate così da James Cook, nella seconda metà del ʼ700, poiché sembravano poste allʼestremo confine del mondo).


ecco quanto fino ad ora raccolto ed elaborato

1665 Athanasius Kircher - 1721 Amaulry Gabriel

1724 Diego de Torres Villaroel

1735 Charles de Fieux de Mouhy - 1741 Ludwig Holburg

1750 Robert Paltock - 1774 Johann Wolfgang Goethe   1788 Giacomo Casanova

1818 John Cleves Symmes - 1818 E.T.A. Hoffmann - 1820 Adam Seaborn

1821 Jacques Saint-Albin - 1838 Edgar Allan Poe - 1864 Jules Verne

1864 Georges Sand - 1871 Edward Bulwer-Lytton - 1886 Frederick Culmer

1886 Alexandre Saint-Yves dʼAlveydre - 1888 Sherry J. Filmore

1892 William Richard Bradshaw - 1901 Robert Ames Bennet

1904 Franklin Titus Ives - 1906 William Reed

____________________________________________________

LIBRI E FILM
una raccolta di
schede lunatiche a cura di
LUIGI VIAZZO


MUSICOGRAFIA LUNARE
pagina in lavorazione
(segnalate errori o mancanze)

FILMOGRAFIA LUNARE
pagina in lavorazione
(segnalate errori o mancanze)

BIBLIOGRAFIA LUNATICA
da spulciare e completare
(segnalate errori o mancanze)

SITI DI INTERESSE ASTRONOMICO
E ASTRONAUTICO

da spulciare e completare
(segnalate errori o mancanze)




In occasione del 50° anniversario del primo allunaggio
e della rassegna interdisciplinare
COSMOGONIE
tenutasi presso il Palazzo del Broletto a Como nel mese di Luglio 2019
è stato organizzato il convegno


"Omaggio alla Luna"


con

Angelo Frascati - Paola Pescerelli Lagorio - Vincenzo Guarracino

Luigi Castelli - Chiara Milani -  Valeria Zanini - Luigi Viazzo

Lorenzo Morandotti - Daniela Lunghi - Luigi Picchi - Luigi Monti



è stata inoltre avviata una mostra dal 20 luglio 2019
presso la
Galleria d'Arte Il Salotto via Carloni 5/c - Como

ospitando gli artisti

le cui opere sono state fino ad ora raccolte ed esposte in ordine lunatico

Wout Hoeboer - Gianni Pinna - Agenore Fabbri - Arturo Vermi - Paolo Barlusconi

Giovanna Gadda - M.L.Olmi - Gianni Secomandi - Oscar Reutersward

Enzo Santambrogio - Santorossi - Luigi Turati - Erminio Guzzetti - Duilio Lopez

Daniela Lunghi - Roberto Frangella - Nino Alfieri - Alberto Peruzzotti

Doriam Battaglia - Salvador Presta - Massimo Lomasto Vincenzo Torcello

Jean Raine - Roberto Sanesi - Sergio Dangelo - Ugo Marchetti

Giampiero Reverberi - Bruno Bordoli - Rolando Mignani - Alessandro Facchini - Maurice Henry

Stefano Misesti - Angelo Verga - Galliano Mazzon - Gianni De Tora - Pietro Diana

Angela Colombo - Emilio Alberti - Nani Tedeschi - Maria Luisa Barbera - Federica Bertino

Kengiro Azuma - Rino Crivelli - Marcello Diotallevi - Francesco Fedeli - Filippo Panseca

Adriano Parisot - Mutfried Thurau...

________________________________________________________________

approfittando dello smart working

stiamo rispolverando  i libri d'artista  da noi prodotti

e rilanciando l'operatività manuale

con la nuova collezione

8 x 8

NUOVA COLLEZIONE 8 X 8

senza dimenticare
Minima Poetica

MINIMA POETICA

cominciate a sbirciare la pagina dedicata

a tutti i libri d'artista

_________________________________________________________

INOLTRE

con riferimento alla mutevolezza e infinita ciclicità delle fasi lunari

fra i materiali e i link di questa pagina

va posizionarsi anche 



I
NFINITO VARIABILE

UN PROGETTO INTERDISCIPLINARE CHE SI SVILUPPA
AFFRONTANDO ARGOMENTI E RIFLESSIONI SULL'ARTE
COME STRUMENTO DI RAPPRESENTAZIONE E TESTIMONIANZA DEL DIVENIRE

INFINITO VARIABILE
E' COSTITUITO DA UNA MOSTRA DINAMICA 
CONTENITORE "VARIABILE"
DI DIPINTI, SCULTURE, LIBRI, OGGETTI O CURIOSITA'

INFINITO VARIABILE
SI PROPONE FLUIDO E APERIODICO
ARRICCHITO DA INCONTRI SIA ESTEMPORANEI CHE PROGRAMMATI

ALCUNE
MOSTRE TEMATICHE E/O
DI NATURA INTERDISCIPLINARE
DEDICATE IN PASSATO
ALLA METAMORFOSI, IL TEMPO E LA TRASFORMAZIONE

TESTIMONIANZE DINAMICHE
DELLA STORIA DELLA
 GALLERIA D'ARTE
IL SALOTTO DI COMO
 
N.B.
LE PAGINE PIU' "ANTICHE"
SONO  IN VIA DI RIEDIZIONE DIGITALE

_____________________________

COSMOGONIE
il grande mistero dell’universo esplorato da

Paolo Barlusconi

progetto culturale interdisciplinare
 a cura di Michele Caldarelli
in progress dal 2005
Un Cosmo inteso come multiverso visto, letto e interpretato mettendo a confronto le più diverse teorie
per sviluppare un clima di sinergia possibile fra le arti e le scienze.
_____________________________

GIOCHI DI ALFONSO
Una avventura in omaggio ad
Alfonso X di Castiglia detto el Sabio...
con una appendice dedicata al Re di Serendippo
di
Luigi Viazzo, Stefano Misesti e Michele Caldarelli,

_____________________________

COME   LE   NUVOLE
progetto culturale interdisciplinare
a cura
di Michele Caldarelli e Rosabianca Mascetti

una wunderkammer, filmati e incontri
per una serie di riflessioni sul mutamento e la metamorfosi come metafora dell'esistenza umana a confronto con le opere di

GIAMPIERO REVERBERI

_____________________________

Emilio AlbertiE
Labirinti
 Le ore del sole

Acqua

progetti culturali
a cura di Michele Caldarelli

_____________________________

Trasformazioni Vegetali
...la ricerca della ricerca...

sculture e disegni di
Luigi Turati

"Una vita senza speranze
è come un albero senza germogli: muore."

_____________________________

Alberto Peruzzotti
Transiti
Nella immaginazione geometrica, moti uniformi e continui, o alterni e disomogenei, generano l'universo delle forme visibili...
_____________________________

LE TERRE DEL CIELO
mostra personale di
Jean Triffez

Nascita di forme nuove che sono apparizioni su cui grava la condanna della temporaneità che le rende oltremodo attraenti. Si teme cioè che queste immagini possano sparire al momemto stesso in cui appaiono.
_____________________________

FLUIDITA'
sculture di
Massimo Ballabio
dal 25 novembre al 24 dicembre 2006

Il tempo trascolora nell'avvicendarsi di luce e oscurità ai confini della notte; questo pare accadere all'infinito, mentre le nubi talvolta invadono fin nel profondo la sostanza cerulea che ci avvolge.
_____________________________

Roberto Frangella
Sociedad Espacio Tiempo
Società Spazio Tempo
 a cura di
Rosabianca Mascetti

...registrazioni temporali
dei momenti più importanti della vita dell’uomo,
in città e in campagna,
e se l’alba riverbera velocemente tra i grattacieli
 e tinge di giallo la distesa della Pampa,
a mezzogiorno e durante la siesta il tempo
 sembra rallentare il suo corso,
rendendo pesante il lavoro dei muratori in città
ed estenuante il procedere del gaucho solitario...

UN SOSTANZIOSO AMPLIAMENTO
DELLE
CHIACCHIERE LUNATICHE
STA PER ESSERE ATTUATO
IN UNA SORTA DI
MONDO SPECULARE

RACCONTANDO DI
 CITTA'
LUOGHI
VIAGGI
PERSONAGGI
E AVVENTURE
DI MARE E DI TERRA
NEL TERRITORIO DI
UTOPIA
...
LO TROVERETE
PARTENDO DA QUESTO LINK
ATTIVO PROSSIMAMENTE


ALCUNE
MOSTRE TEMATICHE E/O
DI NATURA INTERDISCIPLINARE
DEDICATE IN PASSATO
ALLA METAMORFOSI, IL TEMPO E LA TRASFORMAZIONE

TESTIMONIANZE DINAMICHE
DELLA STORIA DELLA
 GALLERIA D'ARTE
IL SALOTTO DI COMO
 
N.B.
LE PAGINE PIU' "ANTICHE"
SONO  IN VIA DI RIEDIZIONE DIGITALE

_____________________________

Colazione all'alba
...aspettando il nuovo giorno...
 a cura di
Michele Caldarelli
...Siamo ormai nel 41esimo anno di attività e, per due generazioni, con più di 700 mostre presentate,
abbiamo affondato robuste radici nella terra dell'arte e disteso rami rigogliosi nell'universo delle idee
che avvolgono e sostengono il mondo sublunare della cultura. Abbiamo anche argomentato del cielo e del cosmo
con mostre tematiche dedicate a Galileo, Keplero, Kircher che con impianto interdisciplinare hanno coniugato arte, scienza e letteratura...

_____________________________

...come l'acqua del fiume...
mostra tematica a cura di Michele Caldarelli
dal 18 ottobre al 6 novembre 2003
La concezione metamorfica della realtà in divenire, base del pensiero di Eraclito, costituisce punto di riferimento di questa mostra. L' iniziativa che dà seguito alla precedente "I calzari di Empedocle" intende proseguire il programma interdisciplinare di confronto/sinergia già intrapreso con altre mostre tematiche con particolare attenzione per l'area filosofica. Anche l'alchimia, non da ultima, entrerà in gioco con l'acqua mercuriale, la fontana della giovinezza e, come sempre, la qualità dei contributi supererà ancora una volta i propositi di partenza.

22 marzo - 2 maggio 2003
I calzari di Empedocle
mostra tematica a cura di Michele Caldarelli
...Empedocle e 

i suoi scritti filosofici, un buono spunto per una nuova mostra tematica indirizzata da un lato al confronto di argomentazioni sulla natura del mondo e dall'altro al recupero dell'approfondimento filosofico, non trascurando opportune e ulteriori digressioni interdisciplinari. In sintesi, i contributi della rassegna "I calzari di Empedocle" vanno a sviluppare e connotare concetti di sinergia, crescita armonica come pure a rendere visibile la visione cosmica o la circolarità dinamica, di tipo alchemico, espressa in alcuni processi creativi...

"L'Uomo Pianta"
Una trentina di partecipazioni sviluppano questa tematica insolita quanto tradizionale nell'ambito della rappresentazione simbolica. Scritti, dipinti, sculture, proiezioni di videotapes e diapositive come riproduzioni di antiche immagini iconografiche costituiscono il corpus della mostra. Leggende, metafore, allegorie e omologie morfologiche illustrano il rapporto, reale o sognato, dell'uomo col mondo vegetale.

"Flatland"
Classificato dall'autore come un "romance of many dimensions ", il testo a cui ci si riferisce è costituito da un curioso racconto pubblicato anonimo da Edwin A. Abbott nel 1882. In una mostra sono state presentate le testimonianze di artisti e ricercatori di varie discipline che hanno affrontato temi relativi alle dimensioni extraeuclidee.

"Dedicata a Galileo Galilei"
Opere, interventi, documenti per un incontro interdisciplinare, all'interno di una nuova consapevolezza che presuppone una cultura e una scienza (falso binomio) vicendevolmente meno cieche ed ignoranti.

"Æstetica Magnetica"
Per l’uomo contemporaneo è oggi ormai quasi banale l’asserire che tutto, nell’Universo, è energia della quale i corpi sono la manifestazione evidente. Si sa che onde radio, luminose o i raggi X sono tutte onde elettromagnetiche, c’è chi lavora all’unificazione della teoria generale di relatività con quella quantistica e chissà che: la nozione dell’anima umana e della calamita non trovi un nuovo assetto, comune ad entrambe, in un ridefinito oloverso vitale.
Opere, interventi, documenti per un incontro interdisciplinare.

"Electrica"
Un omaggio ad Alessandro Volta 16 autori analizzano, 
Interpretano e concretizzano ognuno seguendo la propria sperimentazione formale quella "capacità" elettrica degli elementi che così tanto ha mutato la vita dell'uomo. Tra "dispositivi", "apparati" e "macchine", si conduce il visitatore alla "invenzione" del nuovo in quell'area interstiziale, 
comune alla scienza e all'arte, in cui lo stupore
può trovare ancora ragione di esistenza.

"Il Piccolo Orologio"
opere di 24 autori sul tema del corpo
Il corpo umano, pensato come un Piccolo Orologio, specchio ideale e materiale del grande orologio dell'universo, costituisce per noi veicolo privilegiato, quanto unico, della nostra avventura spazio temporale. Piccolo e fragile, quanto mirabilmente congegnato e forte, è un condensato di energia e massa ponderale, oggetto di desiderio e strumento di ascesi, macchina biologica e involucro dell'anima

"Harmonices Mundi"
Mostra tematica per un omaggio a Johannes Kepler
Una rassegna interdisciplinare in progress avviata affinché, sulla scorta di questo già nutrito primo appuntamento, nel tempo si possa arricchire di contributi, opere e scritti, di artisti, astronomi, matematici, fisici, musicisti, poeti e scrittori all'insegna di un rinnovato e mai dimenticato rapporto fra arte e scienza.

INTRODUZIONE | GUIDA | CONTENUTO

GUIDA ALLE CHIACCHIERE LUNATICHE
PER TUTTI COLORO CHE DESIDERANO PARTECIPARE

COSA SONO LE CHIACCHIERE LUNATICHE
Le Chiacchiere Lunatiche consistono in:
ricordi, riflessioni, progetti, racconti, documenti.

COME SONO NATE, QUANDO E COME SI SONO SVILUPPATE
Le Chiacchiere Lunatiche sono nate nel 2016, frutto di una idea scaturita da un carteggio.
Sono successivamente confluite in una mostra e poi consolidate e rilanciate in occasione del 50° anniversario del primo allunaggio, nell'ambito di un convegno organizzato dedicandolo alla Luna.

COME PARTECIPARVI
Potete parteciparvi inviando il vostro contributo via e-mail a chiacchierelunatiche@caldarelli.it

IN QUALE FORMA PARTECIPARE E COME
La partecipazione a Chiacchiere Lunatiche può essere in forma di scritto/i e/o immagine/i.
Il proprio materiale può essere inviato occasionalmente, per una sola volta, oppure migliorando, completando, correggendo quanto già inviato a più riprese.
Ovviamente, anche se sarebbe un peccato, quando vorrete sarete siete liberi di chiederne l'eliminazione.

CON QUALI MATERIALI PARTECIPARE
I materiali da inviare sono:
1)  immagini in formato .JPG provviste di opportuna didascalia/commento e di peso contenuto
(ove occorresse, uniformandole al resto delle chiacchiere, saranno ridotte, d'ufficio, di definizione e misura)
2) testi/racconti/commenti/didascalie di lunghezza a piacere, nei formati più comuni .DOC .ODT .PDF

QUALE ARGOMENTO TRATTARE
Fermo restando il suggerimento di Rabelais agli ospiti dell'Abbazia di Théleme
"Fa' ciò che vorrai - Fais ce que voudras"


potete, nel rispetto di tutti,
riportare:
un ricordo o un racconto reali o inventati per l'occasione
un saggio della propria creatività artistica
fare una sinossi/riassunto di un libro (antico o moderno)

e fare riferimento:
alla luna,
alla sua volubilità pur ferreamente ciclica nella presunta influenza sulle cose umane e la natura,
al sogno suggerito dall'atmosfera notturna rischiarata dal chiar di Luna,
alle considerazioni scientifiche o d'immaginazione,
al moto ondivago quanto eterno dei sentimenti e dell'amore:

CON QUALE NOME PARTECIPARE
a firma propria o con pseudonimo

PERCHÉ PARTECIPARE
per divertirci e chiacchierare in compagnia
per affrontare e sviluppare un argomento di studio
per dare sfogo alla propria anima poetica
per mostrare le proprie qualità artistiche
per mostrare il proprio spirito dadaista
per stare assieme e superare in allegria ogni sentimento di solitudine

N.B.
Per non far torto ad alcuno
qualunque materiale inviato deve essere libero da qualsiasi vincolo di copyright,
inviato a titolo gratuito e di amicizia
In ogni caso, pur attendendo cose bellissime, qualunque materiale inviato
sarà accettato ed utilizzato o rifiutato ad insindacabile giudizio.
Ogni diritto di riutilizzo del materiale inviato resta dei rispettivi autori.
In qualsiasi momento potete richiedere la cancellazione della vostra pagina.


BUON LAVORO E, IN OGNI CASO LEGGETE E FATE LEGGERE LE
CHIACCHIERE LUNATICHE

INTRODUZIONE | GUIDA | CONTENUTO

molto altro si aggiungerà...

anche grazie a tutti coloro che collaboreranno o semplicemente ci contatteranno

per chiacchierare con la Luna

PER TUTTI COLORO CHE DESIDERANO PARTECIPARE
ALLE CHIACCHIERE LUNATICHE
LEGGERE LA PAGINA
GUIDA
CLICCANDO QUI


HOME
www.caldarelli.it

chiacchierelunatiche@caldarelli.it