Archivio Attivo Arte Contemporanea
http://www.caldarelli.it

torna | home | prosegui

 



Franco Grignani
Rapporti scambiati - 1934
tempera su carta - cm. 18,5 x 10

 

Franco Grignani (Pieve Porto Morone-PV 1908- Milano 1999), architetto, pittore, fotografo e graphic designer fra i più creativi a livello internazionale. Fin dalla metà degli anni Trenta lavora sulla sperimentazione visuale, partendo da un'analisi dello spazio meccanicistico di Léger. Anche durante la guerra, che lo vede impegnato come insegnante di avvistamento aereo in una scuola militare, non smette di studiare tanto che al suo ritorno progetta un metodo sperimentale per la comunicazione nell'arte. Nascono così le sue forme virtuali provocate dall'intervento diretto di Grignani sull'immagine a mezzo di rotazioni, torsioni, progressioni, accelerazioni, scissioni, deformazioni..., o dalle distorsioni prodotte su un paesaggio riflesso nelle vernici e nei metalli. Analizza anche l'effetto dissolvenza dell'immagine e la sua ricostruzione e restituzione studiano quel particolare spazio, entro la zona del campo visivo dell'occhio, ai lati del quale la zona critica entra in uno stato di subpercezione Nell'esperienza visiva quotidiana siamo bombardati da milioni di immagini sulle quali non appuntiamo l'interesse cosciente, tuttavia queste immagini interferiscono a livello subconscio. Ed è proprio questo fenomeno della percezione "passiva" che Franco Grignani indaga e ricostruisce in immagini che dovrebbero educarci, perché anch'egli, come gli artisti che si sono formati negli anni dell'avanguardia, intende l'arte, non come mera espressione individuale, ma quale "strumento" sociale.
Franco Grignani è stato invitato ai lavori del primo Vision 65 all'Università di Carbondale (Stati Uniti). Membro della giuria internazionale di Typomundus XX/2 e della Biennale de l'Affiche di Varsavia (1970); membro dell'ICTA di New York e dell'AGI (Allinace Graphique Internationale). Suoi lavori fanno parte delle collezioni permanenti del Museum of Modern Art di New York, dello Stedelijek Museum di Amsterdam, del Museo d'Arte Moderna di Varsavia, del Victoria and Albert Museum di Londra, oltre che di collezioni private. Ha esposto in numerose mostre personali e collettive in Italia e all'estero.

torna | home | prosegui

Il Copyright © relativo ai testi e alle immagini appartiene ai relativi autori per informazioni scrivete a
miccal@caldarelli.it